Richiedi una consulenza

Lean Production Blog

Kaizen e Lean Production: come migliorare la tua azienda

[fa icon="calendar"] 27/03/15 14.38 / by MakeITLean

MakeITLean

Kaizen: in questa breve parola, è racchiuso uno dei concetti più importanti della Lean Production. Te ne ho parlato molto, nei precedenti post, definendolo come un processo di miglioramento continuo, ma oggi voglio approfondire questo termine che è anche una vera e propria metodologia di pensiero.

Kaizen e Lean Production sono quindi strettamente correlati tra loro, ma cerchiamo di capire da dove nasce la parola giapponese Kazien, e come fare per applicare questi principi alla tua azienda.

Come nasce?

La definizione giapponese "Kaizen" deriva dall'unione di due termini, "Kai", che significa "cambiamento", "miglioramento", e "Zen", che significa invece "migliore". Da qui il concetto di un processo di miglioramento continuo, che deve essere messo in atto a piccoli passi, giorno dopo giorno, e che può essere applicato anche al di fuori del lavoro, ad ogni aspetto della propria vita.

Il Kaizen è alla base del metodo Toyota: a questo scopo puntano tutti gli insegnamenti di Taiichi Ohno per la buona organizzazione aziendale e l'eliminazione degli sprechi, in vista di una gestione ottimale delle risorse a disposizione.

Innovazione vs Kaizen

Il concetto di Kaizen è molto diverso dall'occidentale concetto di innovazione che viene applicato nelle aziende. L'innovazione si configura come un processo rapido, che cancella ciò che c'era precedentemente per fare spazio al nuovo, ed è spesso imposto dall'alto: l'innovazione è nelle mani del solo management.

Al contrario, il Kaizen prevede il lento rinnovamento, effettuato sulla base dell'analisi attenta dei difetti e degli sprechi che caratterizzano ogni strategia e ogni processo di lavorazione, prendendo in esame l'intero processo produttivo. Al contrario dell'innovazione, il Kaizen spinge anche i lavoratori al miglioramento continuo e alla ricerca di soluzioni per il rinnovamento del lavoro.

Come si applica a livello pratico?

Il Kaizen si lega strettamente a un'altra metodologia messa a punto in Giappone negli anni Cinquanta, ovvero il Ciclo di Deming, noto anche come PDCA, ovvero Plan, Do, Check, Act. Queste quattro azioni possono essere riconosciute come i quattro pilastri sui quali poggia il Kaizen.

  • Plan: pianifica un processo o un'azione e rendila standardizzata
  • Do: dai il via all'esecuzione del programma
  • Check: verifica ogni fase del programma, individuandone punti deboli e criticità
  • Act: intervieni per migliorare tutti gli aspetti del processo che ne mostrano necessità

Il Ciclo di Deming deve essere applicato in maniera continua, permettendo in questo modo la progressiva aggiunta di migliorie tese verso l'ottimizzazione dei sistemi produttivi e la valorizzazione delle risorse.

Il Kaizen non coinvolge soltanto i prodotti!

Ora voglio concentrarmi su un aspetto molto importante del kaizen: la valorizzazione e la riduzione degli sprechi  non va applicata soltanto in considerazione ai prodotti e alle materie prime. Anche la forza lavoro, in quanto risorsa, deve essere gestita al meglio e senza sprechi, divenendo parte attiva della Lean Production. 

Per fare questo, non si può prescindere dalla considerazione delle condizioni di lavoro di tutti i dipendenti. I lavoratori devono essere guidati verso l'applicazione del proprio spirito critico, andando oltre la mera esecuzione dell'ordine: in questo modo potranno essere partecipi del processo di miglioramento continuo e le loro potenzialità non diventeranno ulteriori sprechi.

Un risultato di questo tipo, precisa l'ideatore della filosofia Lean Taiichi Ohno, può avvenire soltanto instaurando un rapporto non di timore, ma di fiducia tra i vari livelli della gerarchia aziendale. Il miglioramento continuo, quindi, passa anche dalla capacità di porsi non come un boss, ma come un leader.

In conclusione:

Come vedi, il Kaizen è uno dei concetti principali della Lean Production: il metodo Toyota non può essere applicato senza cercare anche il miglioramento continuo che ne sta alla base. E' evidente, quindi, che l'approccio alla gestione della tua azienda secondo il pensiero Lean deve interessare tutti gli aspetti che ne permettono il funzionamento: la strategia delle 5S ne è un chiaro esempio.

Vuoi saperne di più sul Kaizen e su come applicarlo con successo alla tua azienda e alla tua vita? Resta sempre aggiornatoiscrivendoti alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana preziosi consigli da mettere in pratica e aggiornamenti dal blog!

 

Topics: kaizen, kaizen e miglioramento continuo, lean production, lean production e kaizen, taiichi ohno

MakeITLean

Written by MakeITLean

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli