Richiedi una  consulenza

Lean Production Blog

La ridefinizione dello spazio di lavoro con il Metodo 5s

[fa icon="calendar"] 10/11/15 16.05 / by MakeITLean

MakeITLean

Prova a pensare a quali sono le prime tre cose che, secondo te, hanno necessità di essere migliorate con maggiore urgenza all'interno della tua azienda. Difficilmente tra queste inserirai il luogo di lavoro, inteso come lo spazio fisico all'interno del quale vengono svolte tutte le operazioni produttive. Non è così?

In effetti, all'interno della classica visione aziendale occidentale, allo spazio di lavoro viene dedicata poca attenzione e non viene reputato particolarmente influente sui risultati e sulla produttività. La verità però sta nel fatto che riservare la giusta attenzione allo spazio di lavoro comporta conseguenze positive in termini di produttività e lavoro dell'uomo.

Genba: il luogo di lavoro

In fondo, è proprio questo l'approccio su cui si basa lo Human Lean Design®.

Perché innovare partendo dal Genba?

Il principale obiettivo dello Human Lean Design® è l'eliminazione degli sprechi aziendali attraverso la valorizzazione massima del potenziale umano. I primi e più diffusi ostacoli che questo approccio incontra sulla via del Kai zen, solitamente, nascono proprio da una gestione o da una organizzazione sbagliata del Genba, ovvero dello spazio fisico.

Per approfondire leggi >> il Kai Zen per migliorare lavoro e processi, un esempio concreto

Per rendere i processi agili e snelli devi intervenire su più fronti: devi eliminare le sovrastrutture e le inutili complicanze (e più in generale, tutto ciò che comporta uno spreco di tempo e di risorse) a livello burocratico, a livello IT ed a livello fisico.

Il metodo delle 5S, un approccio Lean per la ridefinizione dello spazio di lavoro, permette di individuare in modo rigoroso questi ostacoli e di eliminarli. Una volta tolte le barriere fisiche, l'applicazione dello Human Lean Design® può davvero avere inizio.

Quando la produzione scorre veloce, tirata dal cliente, senza ostacoli lungo il percorso, allora sì che diventa più semplice implementare progressivamente dei piccoli miglioramenti nell'ottica del Kai zen.

La scorsa settimana abbiamo fatto un esempio pratico relativo all’applicazione del principio del Kai Zen all’interno di una realtà aziendale. Partendo infatti dal luogo di lavoro sono state apportate quelle modifiche che hanno permesso di concentrare l’attenzione sulla funzionalità dei processi e sulla centralità del lavoro umano. 

I risultati li puoi notare in queste foto:

PRIMA:

Metodo 5s nel luogo di lavoro

DOPO:

Metodo 5s: gestione del Genba

 

Cos'è e come applicare il metodo delle 5S

Il metodo delle 5S, quindi, può essere considerato un vero e proprio punto di partenza per la ridefinizione dei processi aziendali in ottica Lean. Il nome deriva dalle iniziali di 5 parole giapponesi che costituiscono i concetti chiave di questa metodologia.

Ecco quali sono le 5S che miglioreranno la tua azienda: 

numero1 Seiri, ovvero separare: inizia individuando le cose e i processi utili, isolando quelli inutili. Se un processo può essere eliminato senza conseguenze sulla produzione e sulla qualità del processo di lavoro, eliminalo.

numero due Seiton, ovvero ordinare: progetta il Genba in modo tale che tutti possano facilmente raggiungere tutto ciò di cui hanno bisogno e che tutti i materiali e tutti i prodotti in lavorazione possano effettuare il loro percorso in modo lineare ed efficiente.

numero tre Seiso, ovvero pulire: un posto di lavoro pulito è un posto di lavoro che permette la piena efficienza. Prendersi cura del proprio posto di lavoro significa anche riconoscerne il valore.

numero quattro Seiketsu, ovvero standardizzare: all'interno dello spazio di lavoro, fai in modo che le procedure siano standardizzate e rese efficienti, assicurati che ogni lavoratore possa avere chiare le operazioni che deve svolgere e le lavorazioni delle quali è responsabile, avendo subito a disposizione tutto ciò che gli serve.

numero 5 Shitsuke, ovvero sostenere: devi fare in modo che questi principi vengano compresi, condivisi e applicati da tutti i lavoratori. Proprio così, non si parla di obbedienza, ma di condivisione: un valore fondante dello Human Lean Design®.

Il metodo delle 5S non deve essere percepito come un insieme di regole da rispettare soprattutto in vista del sopralluogo del capo all'interno del Genba, ma deve diventare una filosofia condivisa da tutti i lavoratori.

Per approfondire: cosa controllare durante un sopralluogo nel Genba?

Così come gli obiettivi devono essere condivisi, anche le metodologie di lavoro devono esserlo. Il miglior modo per far sì che i lavoratori rispettino l'organizzazione e i metodi produttivi all'interno della tua azienda, infatti, consiste nel fare in modo che essi ne comprendano le ragioni, che non siano ostacolati a farlo e che vengano coinvolti in una visione d'insieme volta a valorizzare il ruolo di ognuno di essi.

Creare un team coeso e focalizzato su obiettivi comuni: conosci un modo migliore per essere certo che nessuno abbandoni la nave ai primi accenni di tempesta?

 

corso_5s_makeitlean

 

Se l'articolo ti è piaciuto e se vuoi rimanere sempre aggiornato sugli articoli del nostro blog, iscriviti alla nostra newsletter oppure seguici sui social network ai link qui sotto!

MakeITlean Contacts
Facebook: MakeITlean
Twitter: @makeITlean
Google+: MakeITlean SrlS
LinkedIn: MakeITlean

 

Topics: Lean Management, metodo lean, kanban, metodo 5s

MakeITLean

Written by MakeITLean

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli