Richiedi una consulenza

Lean Production Blog

Quinto insegnamento di Taiichi Ohno: la più potente arma a tua disposizione è lo spirito critico

[fa icon="calendar"] 18/03/15 10.55 / by MakeITLean

MakeITLean

"Follia è continuare a fare le stesse cose, aspettandosi un risultato diverso": queste celebri parole di Albert Einstein riassumono in modo efficace il concetto che è alla base del quinto principio della Lean Production formulato da Taiichi Ohno.

Per ottenere grandi risultati, non basta essere bravi esecutori: abitudine e conformismo sono nemici del successo, che può essere raggiunto e mantenuto soltanto attraverso la continua evoluzione. L'arma più preziosa a tua disposizione? Secondo Tiichi Ohno, è l'intelletto: "si riesce a vincere la concorrenza solamente se si utilizza molto l’ingegno umano".

1. Non ti fermare dicendo "l'ho fatto"; vai avanti dicendo "posso fare molto di più"

La perfezione non è un punto di arrivo, ma un continuo processo di miglioramento: ogni volta che raggiungi un obiettivo non devi fermarti alla soddisfazione per quanto fatto, ma alzare lo sguardo verso il prossimo traguardo.

Del resto, per continuare a primeggiare, occorre continuare ad andare avanti. Non limitarti ad eseguire ordini così come sono stati impartiti, o compiere azioni così come indicato nei libri, ma sii pronto ad evolvere: le soluzioni trovate oggi, potrebbero non andare più bene per i problemi di domani.

2. Non fare come ti vien detto, ma aggiungici il tuo ingegno 

Nessuno mai si è distinto per aver fatto qualcosa esattamente come tutti gli altri. Torniamo così al concetto di Kaizen, già presentato nei precedenti insegnamenti di Taiichi Ohno: l'evoluzione necessaria al continuo miglioramento deve essere guidata dall'ingegno.

Se basi il buon andamento della tua azienda su un unico fattore, come il basso costo della manodopera, come affronterai la situazione quando tale condizione verrà meno? Solo il continuo esercizio al ragionamento ti permetterà di individuare i migliori percorsi ogni volta che ci sarà un cambiamento nello scenario che ti circonda.

3. Evita il conformismo. E' la causa dell'affaticamento della manodopera

Se l'utilizzo di strumenti e metodi non è guidato da un approccio critico, le risorse si possono trasformare in armi pericolose. Il metodo Lean di Taiichi Ohno abbraccia il kanban, distinguendone però due tipi: quello vero e quello falso.

Parlando di produzione aziendale, il kanban vero permette di decidere la quantità e la tipologia di parti da produrre in tutti i processi precedenti all'assemblaggio finale, abbattendo la sovrapproduzione.

Il kanban falso può sembrare una via più facile: senza variare i sistemi di produzione, il problema delle scorte viene riversato sui fornitori, imponendo il metodo kanban a loro.

In realtà, si tratta di un sistema che può portare portare al fallimento dei collaboratori: indebolire un anello fondamentale della catena di produzione non può essere una strada sicura da percorrere. Ecco come applicare una strategia senza il giusto spirito critico può trasformarsi in un'arma a tuo sfavore.

4. Non insegnare. Fai prendere coscienza

C'è una profonda differenza tra sapere e conoscere: non limitarti a fornire informazioni, ma fai in modo che i lavoratori prendano coscienza di tutte le potenzialità relative alle tecniche e agli strumenti a loro disposizione.

E' un po' come essere genitori: puoi mostrare a tuo figlio come comportarsi in ogni circostanza, ma soltanto spiegandogliene le ragioni potrai contare sul fatto che saprà compiere le scelte giuste anche quando non potrai essere lì a guidarlo.

Pianta i semi della tua strategia aziendale e fai in modo che anche i dipendenti della tua azienda sappiano farli germogliare: solo in questo modo riusciranno a sviluppare capacità competitive.

In conclusione:

Ti sei perso i precedenti insegnamenti?

Primo insegnamento: tu sei un costo, prima di tutto riduci gli sprechi.

Secondo insegnamento: la perfezione è un punto d'arrivo?

Terzo insegnamento: trovati in difficoltà e metti in difficoltà gli altri

Quarto insegnamento: non fare domani quello che puoi fare oggi

Il quinto insegnamento di Taiichi Ohno è molto importante: ci spinge alla riflessione e alla costante messa in discussione, sia dal punto di vista personale, sia dal punto di vista dell'applicazione di tecniche e conoscenze.

Strumenti e strategie sono fondamentali, ma non devono mai diventare pratiche assunte in modo statico: avere efficaci risorse a disposizione è importante, ma ancora più importante è saperle sfruttare per affrontare i problemi e le difficoltà che si presentano di volta in volta. Altrimenti, anche le armi potenzialmente vincenti non sono che sprechi.

Sei d'accordo con questo principio?

Lascia la tua opinione nei commenti qui sotto, iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sui temi della Lean Production oppure contattaci per avere maggiori informazioni riguardo ai servizi che ti possiamo offrire.

 

Topics: lean production, taiichi ohno, principi lean management

MakeITLean

Written by MakeITLean

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli