Richiedi una  consulenza

Lean Production Blog

Un'altra lezione dal Giappone: il metodo Konmari

[fa icon="calendar"] 08/09/16 17.40 / by Federica Steffan

Federica Steffan

Dal mondo giapponese non si smette mai di imparare. Il Lean Thinking e tutto il suo universo è partito proprio da lì, da quelle menti che han desiderato e voluto far della Toyota un’azienda modello. E ci sono riusciti.

konmariDal Giappone quindi arriva un’altra lezione: questa volta da una giovane autrice, che nulla ha a che vedere con il mondo manifatturiero. Stiamo parlando di Marie Kondo.

 

Ha creato il Metodo Konmari: un metodo infallibile per riordinare e mantenere in ordine tale la propria casa, i propri spazi e la propria mente. Qui non si tratta semplicemente di “mettere in ordine” ma piuttosto di dare un ordine ad ogni luogo. L’azione del riordino di uno spazio corrisponde ad una pulizia della mente e ci rende più calmi e rilassati.

Molti di voi avranno sentito parlare del suo libro “Il Magico Potere del Riordino” dove spiega passo passo il suo metodo. Ha saputo trasformare una delle attività più difficili con un approccio filosofico verso ciò che possediamo.

 

Riordinare non piace a nessuno, o quasi. Riuscire a farlo definitivamente, dando un senso a ciò che si sta facendo, rende il compito meno pesante e soprattutto più motivante.

Cosa c'entra il metodo Konmari con il Lean Thinking?

Konmari e la Lean hanno molto in comune, più di quando si immagini. Alla base dei principi Lean ci sono le famose 5S: sistemazione, ordine, pulizia, standardizzazione, sostenere. Tutti concetti da rispettare anche nel riordino di casa.

click-to-tweet2.jpg  "#Konmari e #HumanLeanDesign: due metodi molto semplici per risultati straodinari"

 

Vediamo insieme i punti chiave del metodo Konmari e la loro applicazione in azienda

  1. Prima di mettere in ordine è indispensabile buttate tutto ciò che non si usa più, tutto in una volta sola, in poco tempo e senza tralasciare nulla.
    In molte case, come negli uffici e nelle aziende, sono presenti una gran mole di prodotti, materiali, strumenti, libri, scartoffie varie… Una gran quantità di cose che non servono più e non sono più indispensabili per il proprio lavoro. Allora perché le teniamo?
    Buttare via vuol dire eliminare fisicamente ciò che non serve più e far spazio a nuove idee, a nuovi progetti.
  2. Non riordinare stanza per stanza, ma per categoria.
    In azienda come in casa, capita di tenere oggetti simili in luoghi differenti. Occuparsi di un’intera categoria permette un risultato migliore e definitivo!
  3. Selezionare ciò che regala un’emozione.
    La cultura e la filosofia giapponese crede che ogni oggetto abbia una sua anima, per cui anch’essi sono capaci di regalarci emozioni. Anche nell’ambiente lavorativo possiamo avere oggetti di per sé inutili ma importanti: una particolare fotografia, alcuni attrezzi, un particolare mobile… Questi oggetti non devono assolutamente essere buttati! Se regalano emozioni, teniamoli e diamo loro un’adeguata collocazione! Avere un ambiente di lavoro sereno è fondamentale per lavorare meglio.
  4. Organizzate gli spazi nel modo più semplice possibile
    Organizzare con semplicità è la cosa migliore: è comprensibile e intuitivo per tutti, anche per i tuoi colleghi, per cui non ci sarà bisogno di molti ragionamenti per capire dove riporre un determinato oggetto.
  5. Mantenere l’ordine
    A questo punto riuscirete facilmente a mantenere in ordine perché non vi saranno più oggetti che occupano i vostri spazi inutilmente e avrete creato un posto per ogni cosa.

Il Lean thinking diventa un vero e proprio stile di vide, un modus operandi da applicare sia nel lavoro che a casa. Abbiamo pensato di proporvi questa semplice lettura per trasmettervi che il lean thinking è un concetto di per sé molto semplice: lavorare bene, senza errori e sprechi di risorse o di tempo.

click-to-tweet2.jpg "Il #LeanThinking è un concetto di per sè molto semplice: lavorare bene, senza sprechi"

Come Marie Kondo ha creato il suo metodo, anche MakeITlean ha creato il metodo ideale per rendere la tua azienda snella e performante. Lo abbiamo chiamato Human Lena Design®: la lean a dimensione uomo.

Un modello unico che declina la struttura di una visione d’insieme, che va oltre la teoria, utilizzandola per disegnare e realizzare con estrema concretezza, il miglior processo produttivo possibile.

Un approccio diverso che parte dal rapporto con gli altri, dalla valorizzazione delle ineguagliabili qualità umane presenti in ogni collaboratore, permettendogli di sfruttarle al massimo e metterle a disposizione del team.

Human Lean Design® è innovazione di processo e di comunicazione

Se anche tu sei convinto che nell'ambiente di lavoro sia la persona a fare la differenza e che creare un ambiente di lavoro confortevole e stimolante possa dare loro un grande sostegno, restiamo in contatto! 

Se non vuoi perderti i prossimi articoli e aggiornamenti iscriviti alla nostra newsletter oppure seguici sui social network ai link qui sotto!

Newsletter MakeITlean
Facebook: MakeITlean
Twitter: @makeITlean
Google+: MakeITlean SrlS
LinkedIn: MakeITlean

 

Topics: konmari

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli