Richiedi una  consulenza

Lean Production Blog

Il capitale umano: un elemento insostituibile per il successo di un’azienda

[fa icon="calendar"] 12/04/18 14.36 / by MakeITLean

MakeITLean

Vi abbiamo parlato spesso degli strumenti della Lean Management, questa volta più che di strumenti vi vogliamo parlare di risorse, in particolare del capitale umano; una delle risorse più preziose di un’azienda.

Le persone sono l’elemento fondamentale nel percorso di trasformazione Lean all’interno di un’azienda.

Tra i diversi obiettivi del Lean Thinking c’è quello di incanalare le energie individuali in un’unica direzione, ovvero verso il miglioramento continuo e l’innovazione. Attraverso la condivisione dei valori, comportamenti e sistemi di gestione, in un’unica parola potremmo dire, attraverso la diffusione di una cultura aziendale condivisa, che faccia emergere l’enorme potenziale umano sommerso nelle nostre aziende.

In questo senso la leadership è importante, la capacità di coinvolgere profondamente le persone, motivarle, metterle al centro del processo di trasformazione aziendale è il fattore chiave che garantisce la possibilità di cambiamento e miglioramento.

Ecco perché quando facciamo delle attività di Lean Transformation nelle aziende, ci teniamo a coinvolgere tutto il team, non solo le persone che ricoprono determinate cariche aziendali, tutti sono importanti allo stesso modo ed è necessario il contributo di tutti.

 team-lean

 

In questa ottica, i passaggi da seguire per ottenere dei benefici da un’organizzazione aziendale armonica sono:

  • Diffusione del Know-how a livello aziendale e la condivisione delle competenze in un’ottica incentrata sul successo del gruppo, piuttosto che sulla competizione tra i singoli.
  • Cultura del mentoring: è fondamentale la presenza di un esperto che supervisiona e consiglia i nuovi arrivati.
  • Tecnologie al servizio delle persone, e non il contrario: vuol dire cercare di creare un sistema di infrastrutture adatto alle persone che dovranno poi utilizzare queste tecnologie (macchinari, software ecc.).
  • Tecnologie al servizio dei processi: come abbiamo visto nell’articolo in cui abbiamo parlato di Lean IT, non sempre i sistemi più complessi portano a risultati maggiori. Molte volte la troppa complessità, o meglio una “complessità non necessaria” come la chiama Steve Bell, porta alla disconnessione tra IT e Business e alla creazione di sistemi informatici troppo complessi, costosi da mantenere e soprattutto difficili da usare e gestire.
    Gli esperti lean la chiamano “sovraprogettazione” o “sovraprocesso” ovvero l’esasperata tendenza verso la tecnologia e l’automazione a tutti i costi, invece che verso la semplificazione e la standardizzazione dei processi di business.

    (Se vuoi approfondire questo argomento scarica il nostro ebook gratuito sulla Lean IT)

  • Allineamento organizzativo: come abbiamo detto più volte, è importante coinvolgere allo stesso modo tutti i livelli, specialmente tra settori diversi della stessa azienda in cui sorgono spesso difficoltà di comunicazione. Una delle metodologie di maggior successo per risolvere questo problema è il cosiddetto Obeya System di cui parleremo nei prossimi articoli.

Se vogliamo far crescere la nostra azienda, dobbiamo far crescere le persone all’interno di essa.

Diventare Lean per un’azienda significa riuscire a creare un sistema interno che assicuri la capacità di migliorare anche in modo autonomo da parte delle persone, in modo tale da incrementare le proprie prestazioni in maniera continuativa nel tempo.

La chiave del successo aziendale sta proprio nel riuscire a trovare un equilibrio tra l’eccellenza tecnica e quella umana.

 

Quali sono i principi della Lean Leadership?

 Il lavoro di squadra è fondamentale, non conta l’affermazione del singolo ma il successo del gruppo.

 

team-makeitlean

 

Molto probabilmente tutti gli strumenti utilizzati per migliorare la produttività risulterebbero inutili se non sono legati al cambiamento dello stato mentale ed emotivo delle persone e riuscirebbero a portare dei cambiamenti solo temporanei o solo in un’area specifica.

Non vogliamo farvi una lezione di psicologia! Ma è importante capire che tutte le strategie, le analisi, i dati e i report che si utilizzano non portano a grandi risultati se non vengono coinvolte le persone.
Molte volte anche i migliori progetti e le migliori iniziative falliscono per questo motivo, perché fino a quando le nostre aziende sono formate da persone, saranno proprio le persone a garantire il successo o meno di qualsiasi iniziativa.

È fondamentale farle partecipare alla nostra strategia, condividere insieme a loro le motivazioni aziendali e ascoltare le loro motivazioni individuali, convergendo verso un obiettivo comune.
Le persone hanno bisogno di sentirsi parte di qualcosa e capire perché devono assumere determinati comportamenti all’interno dell’azienda piuttosto che altri.

I principi di una lean leadership potremmo quindi riassumerli cosi:

  • Sviluppare il potenziale del team, ovvero saper valorizzare e stimolare il potenziale della propria squadra;
  • Supportare giornalmente l’ottenimento di risultati;
  • Creare una visione e degli obiettivi allineati.

 

Se sei interessato a questi argomenti, e non vuoi perderti i prossimi articoli, iscriviti alla nostra Newsletter!

 

Iscriviti alla Newsletter >>>

 

Topics: capitale umano, approccio lean

MakeITLean

Written by MakeITLean

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli