Richiedi una  consulenza

Lean Production Blog

Approccio Lean in una PMI del settore Arredo Legno

[fa icon="calendar"] 04/12/17 15.01 / by Giovanni Carletti

Traendo alcuni spunti dalla mia personale esperienza e soprattutto facendo leva su quella dei “Giganti” ai quali faccio riferimento ho maturato un particolare approccio da adottare nelle attività di miglioramento dei Processi Aziendali.

   Analisi delle opportunità

Nel settore della Moda e degli Accessori la Qualità è diventata un fattore che il cliente dà per scontato.
L’enorme quantità di informazioni disponibili sul mercato ha fatto crescere di livello le richieste della clientela obbligando i produttori ad un rapido cambiamento dei processi di Produzione e di vendita.
Le aziende si sono trovate quindi a viaggiare ad altissima velocità in un percorso a senso unico che le costringe ad un cambio di passo e di mentalità.

In questo nuovo contesto le logiche della Lean Organization sono diventate essenziali:

  1. Migliorare i tempi di consegna del prodotto;
  2. Migliorare la Qualità e il Servizio al Cliente
  3. Recuperare marginalità

 Con le seguenti azioni derivanti:

  1. Sui processi;
  2. Sull’organizzazione e Strumenti;
  3. Sulle Persone

 Oggi gran parte della partita si gioca sulla capacità di reazione in tempi ristretti, sull’utilizzo di elevati standard qualitativi, sulla capacità di percepire e rispondere alle continue e variabili richieste del mercato.

lean-settore-legno.jpg

   Fasi della trasformazione

Prima di attivare il processo di cambiamento è fondamentale definire un piano d’azione strategico (Fase preliminare di Assessment), con l’obiettivo di:

  1. Individuare la condizione iniziale con le relative criticità;
  2. Mappare e misurare i processi presenti
  3. Iniziare a definire il range delle possibili soluzioni innovative.

In questo modo in gran parte dei casi viene messa in evidenza la necessità di agire sui sistemi di pianificazione della produzione, sulla schedulazione ed il controllo avanzamento in modo da migliorare velocemente la capacità di soddisfare le richieste del mercato con tre nuove logiche tipiche dell’approccio Lean:

  • La definizione del flusso del Valore (VALUE)
  • L’eliminazione degli Sprechi (MUDA)
  • L’introduzione del flusso tirato dal Cliente (PULL)

 La fase seguente è quella della definizione di un Progetto Pilota che faccia da esempio funzionale, avente come obiettivo l’eliminazione dal flusso di tutte le attività senza Valore per il Cliente.
Operando in questo modo è possibile dare visibilità iniziando inoltre ad avere il controllo del materiale, delle lavorazioni interne/esterne, della Qualità.
A fronte dei risultati positivi del progetto pilota (in questa fase si consiglia di selezionare un settore di intervento ad alto impatto visivo e di moderata complessità), si può procedere all’estensione del metodo su tutti i processi e alla sua standardizzazione.

 Altre attività necessarie al raggiungimento degli obiettivi sono:

  • Riorganizzare le aree di stoccaggio secondo le logiche Pull e FIFO in modo da supportare il livellamento della produzione;
  • Definire un sistema di Visual Management in Progettazione per la gestione delle priorità e per tenere sotto controllo l’avanzamento attività dei nuovi prodotti (Strategico!!!);
  • Fissare e monitorare i KPI (Indicatori) di Processo sia relativi alla attività di supporto (Acquisti, Logistica…) che Produttive (Linee/Reparti di Produzione, Impianti automatici, Magazzini).
  • Avviare attività di miglioramento e 5S in ogni reparto produttivo coinvolgendo e formando le persone al concetto di Miglioramento Continuo.

    Punti cardine

Elemento fondamentale in tutta questo sono le Persone, per prime impegnate nel cambiamento radicale delle abitudini e alla definizione della nuova cultura aziendale.

Altrettanto motivanti e importanti sono le azioni pratiche, quali la revisione dei layout, mirate, oltre ad organizzare efficientemente i Processi, anche a migliorare le condizioni di lavoro delle Persone, attività di riordino e pulizia con programmi 5S, instillare il concetto di miglioramento continuo attraverso la Formazione.

Centrale è in questi casi il forte e diretto coinvolgimento della Proprietà il primo e principale sostenitore del cambiamento che deve credere fino in fondo e senza riserva alcuna nel Progetto, supportandolo in ogni fase dando per primo l’esempio.

   Risultati attesi

 Benefici espressi dai principali indicatori di performance dei progetti seguiti:

  • Riduzione del Lead Time (del 20-30 %)
  • Miglioramento della puntualità di consegna (– 90% di ritardi)
  • Aumento di efficienza di processo (del 12-15 % per attività Kaizen)
  • Riduzione del 30% delle non conformità rilevate da Post vendita

Dati come questi sono la dimostrazione che anche in un settore molto particolare come quello del Fashion (Es. specifico l’Arredo Legno) fare Lean con risultati importanti… è possibile…!!!
Never give up!!!

 [leggi l'articolo in Linkedin] 

Se sei interessato ad approfondire questo ed altri temi della Lean Management, non esitare a contattarci, per scoprire insieme a noi di MakeItLean come puoi risparmiare in costi e aggiungere valore alla tua produzione!

Topics: Lean Management, approccio lean

Giovanni Carletti

Written by Giovanni Carletti

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli