Richiedi una  consulenza

Lean Production Blog

ABILI O ALIBI? A te la scelta

[fa icon="calendar"] 13/04/17 17.47 / by Federica Steffan

Federica Steffan

Sembra uno scioglilingua (prova a dirlo anche solo 10 volte velocemente!) e tuttavia affrontiamo questa scelta senza nemmeno rendercene conto.

Quante volte ti sei fatto forza delle tue abilità per superare le difficoltà?
E quante volte invece ti sei fatto sconfiggere dagli alibi?

È tutta una questione di volontà, dicono. Noi siamo certi sia anche una questione di abilità e preparazione.

Abbiamo affrontato il tema del cambiamento con Riccardo Pittis, raccontando di come, improvvisamente, si sia dovuto trasferire dalla sua Milano a quella che è diventata la sua Treviso.

[Se ti sei perso l’articolo lo puoi leggere a questo link]

Abbiamo visto assieme come è possibile portare a nostro vantaggio un cambiamento imposto, improvviso, non voluto.

Quando un alibi può farci diventare abili?

Un altro cambiamento che Riccardo Pittis ha dovuto subire è stato quando, da cestita destro, si è visto la mano destra che piano a piano si indeboliva e non offriva più la presa ferma di prima. Nessun disturbo fisico particolare, ma un indebolimento repentino della mano che gli permetteva di segnare.

 

pittis articolo.png

 

“L’unica possibilità era trovare una soluzione e l’unica soluzione era diventare mancino.

Non che fosse stato semplice... ma l’alternativa, quella di smettere, non rientrava nelle mie possibilità.

Non avevo nessuna intenzione di smettere!”

 

 

 

Il corpo umano è favoloso, anche nelle situazioni più estreme, riesce a trovare nuovi impensabili equilibri e abilità: pensiamo ha chi subisce handicap importanti che sviluppano  poi abilità fantastiche, pensate per esempio a Alex Zanardi o Bebe Vio… Oppure chi perde la vista che sviluppa un udito eccezionale.

Riccardo ci aiuta in questo percorso, prima mentale e poi pratico: “Il fatto è che non serve poi subire un grave incidente oppure un grave handicap per esprimere al meglio le nostre abilità, basta allenarsi!

Io ho fatto così, ho deciso che la soluzione al mio problema era quella di mettere da parte la mano destra per allenare la sinistra. E così ho fatto, sono diventato mancino!”

 

citazione jordan.png

 

Dobbiamo iniziare a pensare che certe cose, che i nostri sogni siano possibili...

Da qui inizia il bello, da qui inizia lo studio, l’allenamento, i tentativi e soprattutto il metodo delle 3 L…che scoprirete solo alla Master Class del 6 maggio!

Come Riccardo ha avuto la forza di diventare mancino per proseguire la sua carriera nella pallacanestro, anche tu puoi "tirar fuori la grinta" e raggiungere i tuoi obiettivi.

Gli ostacoli fanno parte del percorso, la cosa importante è riconoscerli e superarli.

corso_5s_makeitlean

Topics: cambiamenti culturali

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Lists by Topic

see all

Articoli per argomento

see all

Ultimi articoli