Richiedi una  consulenza

Creative Inbound Marketing Blog

I 4 step per rendere il tuo Business vincente

[fa icon="calendar"] 28-set-2016 15.15.52 / by MakeITsocial

MakeITsocial

Se desideri che la tua azienda oppure la tua professione sia un business vincente, allora prima di lanciare la tua offerta (prodotto o servizio che sia) dovrai valutare quattro aspetti fondamentali:

  • l’utilità della tua offerta per il cliente,
  • il prezzo finale del prodotto/servizio,
  • il costo per l’azienda,
  • la fattibilità pratica della tua idea di business.

step_business_vincente_makeitsocial

Questi aspetti valgono sia per i nuovi business, nuove aziende o professionisti che decidono di mettersi in proprio, sia per aziende, business o freelancer che decidono di differenziarsi e creare il proprio mercato.

La cosa fondamentale, e per la sua reale importanza desideriamo dirla subito, è la sequenza di valutazione: è inutile pensare subito alla reale possibilità di realizzazione della vostra idea se prima non hai idea del prezzo al quale proporre il prodotto/servizio oppure dei costi da sostenere.

Tuttavia occupandoci dei nostri clienti ci capita molto spesso di capire che la corretta strategia non è mai chiara per l’imprenditore. D'altronde nessuno nasce “tuttologo” e per questo MakeITsocial è capace di guidarvi, passo passo, verso la strategia migliore per il vostro business.

Questa sequenza è stratta dal quarto principio per la migliore strategia Oceano Blu. Effettivamente se da imprenditore/professionista hai il desiderio di distinguerti e renderti unico, altro non stai facendo che creare il tuo mercato Oceano Blu.

Per percorrere al meglio questi step, è necessario fare le dovute considerazioni, analizzando la vostra offerta da vicino e allo stesso tempo con gli occhi di un possibile acquirente. È necessario essere realistici e onesti, soprattutto con se stessi.

Questo articolo nasce con l’intento di guidarvi in questo percorso nel migliore dei modi e per questo motivo, per questa settimana, vedremo soltanto i primi due.

 

[Per rimanere aggiornato e ricevere anche gli altri passi, iscriviti alla nostra newsletter, riceverai i nostri articoli direttamente sulla nostra casella di posta ed in più avrai in regalo il nostro E-book sui Buyer Personas! In questo articolo ti spieghiamo chi sono!]

 

 

1. Utilità per il Cliente

  • Il vostro prodotto/servizio offre al cliente un’utilità eccezionale?
  • La massa dei clienti (compresi i non-clienti) ha un motivo per rivolgersi a voi?
  • Siete davvero indispensabili?

“Si!” “Certo!” “Che domande, ovvio!” sono tutte risposte che sicuramente vi verranno in mente leggendo queste domande, apparentemente scontate.

La realtà è che per rispondere davvero in questo modo, sono necessarie le dovute valutazioni: è una queste di leve ed esperienze.

  • LEVE: sono i diversi aspetti dell’utilità sui quali l’azienda può esercitare la sua forza, la sua unicità, la sua leva appunto per essere eccezionali ed unici.
  • ESPERIENZE: sono tutte le opportunità nelle quali il Cliente entra in contatto con il vostro prodotto/servizio.

Come utilizzare le leve e le esperienze?

Create la mappa dell’utilità che offrite ai clienti (vedi tabella in basso) e posizionate la vostra offerta nei 36 spazi creati: in quali delle sei esperienze (dall’acquisto all’eliminazione) del cliente il vostro prodotto/servizio è comodo, semplice oppure rispetta l’ambiente? Quando invece è produttivo per il vostro cliente?

mappa-utilita-offerta-ai-clienti.png

Inserite quindi la vostra offerta in riferimento alle varie leve, nella fase i cui si manifesta. Ad esempio un prodotto/servizio può essere utile in fase di integrazione e manutenzione e comodo in fase di utilizzo, mentre in fase di eliminazione rispetta l’ambiente, e così via…

Siate precisi e onesti in questa fase, dopotutto è in gioco il successo o meno del vostro business…

Dopo aver inserito la vostra offerta, inserite anche le offerte degli altri player, che offrono prodotti o servizi con lo stesso scopo o la stessa utilità, che potrebbero essere alternativi ai vostri.

Se la vostra offerta riempie le stesse caselle dell’offerta di altri player di mercato, è molto probabile che non sia così differente come credete e che quindi sia necessaria una revisione del quadro strategico di partenza per i vari punti che sono in comune con gli altri player.

Se invece riesci a posizionarti con diverse leve dagli altri player nelle stesse esperienze dei Clienti, hai fatto centro e puoi passare allo step successivo!

 

2. OK il prezzo è giusto!

Il prezzo gioca un ruolo fondamentale: di per sé comunica già in termini di utilità e qualità. Ad ogni livello qualitativo corrisponde una determinata fascia di prezzo, così come l’immagine che si vuole dare al prodotto, piuttosto che la lunghezza del canale distributivo, e così via…

Ci sono davvero tantissime variabili che possono influire sul prezzo, in primis l’appetibilità per il Cliente: in fondo, lo scopo è vendersi! Per far in modo che anche il prezzo (oltre all’utilità) strizzi l’occhio al cliente, è fondamentale stabilire la fascia di prezzo della massa, ossia il tuo prezzo strategico.

Le due dimensioni del prezzo: la fascia di prezzo e il livello di prezzo

Identificare il prezzo ideale di un prodotto o servizio partendo da zero può rivelarsi un terno al lotto. Per questo motivo avere chiaro in mente i passi giusti da seguire, può fare la differenza.

A) Prendi in considerazione gli altri player del settore:

  • prodotti simili al tuo;
  • prodotti diversi ma con la stessa funzione;
  • prodotti sia diversi dal tuo e con funzioni diverse ma che condividono complessivamente lo stesso obiettivo finale.

B) Rappresentali graficamente con un cerchio la cui posizione in verticale indica il loro livello di prezzo, mentre la grandezza ne indica il numero degli acquirenti attratti dal prodotto/servizio in questione (come nell'immagine sottostante).

C) La fascia di prezzo che racchiude il maggior numero di clienti target è la tua fascia di prezzo di massa.

fascia-di-prezzo-della-massaD) A questo punto è possibile specificare un adeguato livello di prezzo tenendo presente il livello di probabilità che i player di settore imitino la vostra offerta:

  1. più la vostra offerta è difficilmente imitabile (perché protetta da brevetti o copyright) e più alto è il livello di prezzo in cui potete posizionarvi;
  2. lo stesso vale anche in caso di esclusi asset della vostra azienda come particolari capacità produttive oppure una particolare tecnica di produzione.

Si stabilisce quindi la fascia di prezzo di massa in base al numero di acquirenti attratti dai player di settore e il livello di prezzo in base al livello di unicità ed esclusività del vostro prodotto/servizio.

In questo modo avrete un range di prezzo ideale sul quale posizionare l’offerta del vostro nuovo business.

ontheroad_makeitsocial

Questi primi due step riguardano la tua idea vista dall’esterno: utilità e prezzo riguardano infatti i tuoi clienti in prima persona. Da queste valutazioni potrai anche avere un’idea più precisa dei tuoi potenziali ricavi d’impresa.

Nel prossimo articolo andremo a vedere quei fattori che riguardano l’azienda e il tuo business all'interno: la reale sostenibilità dei costi di produzione/gestione e la fattibilità dell’idea.

In tutti questi passi il Creative Team di MakeITsocial può affiancarti per una valutazione d’insieme completa: l’anima del tuo business da parte tua, tutti gli aspetti di marketing e di comunicazione da parte nostra.

Ricorda, nessuno nasce “tuttologo” e il bello del mercato è riuscire a trovare competenze adeguate per ogni tua esigenza specifica.

 

CONTATTACI E CHIEDICI UN NOSTRO PARERE, SAREMO CONTENTI DI VALUTARE ASSIEME LE PROSPETTIVE DI COLLABORAZIONE!

Oppure

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

E

RICEVI
IL NOSTRO EBOOK GRATUITO

 

Topics: Strategia Oceano Blu, strategie di business

MakeITsocial

Written by MakeITsocial

Rimani aggiornato ogni settimana con gli ultimi articoli

Ultimi articoli